martedì 12 marzo 2013

#Bacheca Pelosa# Farmaci Veterinari Generici. Petizione On line.

 
 
 
 
 
Ha raggiunto quota ventimila firme la petizione promossa dall' Enpa Ente Nazionale Protezione Animali sulla piattaforma www.change.org per il via libera ai farmaci veterinari generici.
 
Mancano ancora poche firme al raggiungimento della quota venticinquemila, firmala anche tu!
 
A tale raggiungimento la Protezione Animali consegnerà l'intero dossier al Ministero della Salute.
Se la richiesta viene accolta, anche i veterinari, come già avviene per i medici umani, dovranno indicare sulla ricetta il principio attivo del farmaco prescritto.
 
L'attuale normativa prevede infatti che il nostro pet non possa usare farmaci generici per uso umano, se esiste l'equivalente di marca per uso veterinario. Paradosso senza senso, quando a noi quasi obbligano ad utilizzare quelli che costano meno.
Vi siete chiesti il motivo? ve lo spiego in due parole, i farmaci del nostri animali li dobbiamo pagare totalmente noi, non esiste mutua assistenza, e quindi lo stato preferisce farli pagare di più.
Questo non è giusto!
 
Durante un'intervista il rappresentate Enpa delegato ha fornito alcuni dati, che io vi riporto per renderli pubblici anche a voi.
Sono stati presi ad esempio alcuni farmaci per calcolare il differenziale tra quello veterinario e il generico per uso umano.
Nel caso del fenobarbitale ad esempio si passa da 5 euro per la versione umana ai 40 per quella veterinaria. La ranitidina invece è misteriosamente lievitata da 8,59 a 16 euro, e i costi aumentano ovviamente se la terapia si protrae nel tempo.
 
La cura dei nostri amici animali non deve essere un lusso, ma a portata di tutti!
 
Se non l'hai ancora fatto, firma anche tu la petizione www.change.org 
 
 
Fonte: dati e informazioni pervenute da Enpa Ente Nazionale Protezione Animali www.enpa.it


 
 
 
 
 
 
Has reached twenty thousand signatures to the petition promoted by 'Enpa National Agency for the Protection of Animals on the platform www.change.org the green light to generic veterinary drugs.

There are still a few signatures to reach the quota twenty-five thousand sign it too!

For this achievement the Animal Protection will deliver the entire dossier to the Ministry of Health.

If the request is accepted, even veterinarians, as is already the case for doctors humans, must indicate on the prescription the active ingredient of the drug prescribed.

The current regulations provides that our pet can not use generic drugs for human use, if there is the equivalent brand-name products for veterinary use. Paradox without meaning, when we almost force you to use the ones that cost less.

Have you wondered why? I'll explain in a few words, the drugs of our animals will have to pay us completely, there is no mutual assistance, and therefore the state prefers to make them pay more.

This is not right!

During an interview with the delegate represented Enpa provided some data, which I will carry to make them public to you.

Were taken for example certain drugs to calculate the differential between the veterinary and for human use the generic.

In the case of phenobarbital for example, switching from 5 euro for the human version and 40 for veterinary medicine. Ranitidine instead has mysteriously risen from 8.59 to 16 euro, and the costs increase obviously if the therapy continues.

The care of our pets should not be a luxury, but for everyone!

If you have not already done so, sign the petition too www.change.org

Source: data and information received from Enpa Agency National Animal www.enpa.it