martedì 17 aprile 2018

Shaun Bythell " Una Vita da Libraio " - Recensione Libro


SHAUN BYTHELL

UNA VITA DA LIBRAIO








Dati Generali Libro :

Genere : Narrativa Generale
Listino : € 19,00
Ebook : € 9,99
Editore : Einaudi
Data uscita : 06/03/2018
Pagine : 384

















Descrizione :


Dal cliente che entra per complimentarsi dell'esposizione in vetrina, senza accorgersi che le pentole servono a raccogliere la perdita d'acqua dal tetto, alla vecchietta che chiama periodicamente chiedendo i titoli più assurdi, alle mille, tenere vicende di quanti decidono di disfarsi dei libri di una vita. The Book Shop, la libreria che Shaun Bythell contro ogni buonsenso ha deciso di prendere in gestione, è diventata un crocevia di storie e il cuore di Wigtown, villaggio scozzese di poche anime. Con puntuta ironia, Shaun racconta i battibecchi quotidiani con la sua unica impiegata perennemente in tuta da sci, e le battaglie, tutte perse, contro Amazon. La sua è l'esistenza dolce e amara di un libraio che non intende mollare.







MIA RECENSIONE : 


Noioso. 


Sapete la mia attrazione per i libri che parlano di libri e di librerie.

L'autore di questo libro è realmente il proprietario della The Book Shop, libreria di libri usati inglese, e racconta, sotto forma di diario, le sue giornate da libraio.

Tutto il diario è diviso in giornate, dove in ogni una di esse è indicato il numero degli ordini online, il numero dei libri trovati da spedire ai compratori ( e non sempre i due numeri coincidono ) , il totale in cassa a fine giornata ed il numero di clienti.

Partiamo dalla vendita online, perché come anche il libraio spiega, nell'era di internet e dei libri digitali anche lui si è dovuto arrendere alla vendita su Amazon, e riceve anche abbastanza ordini se non fosse che la sua libreria è talmente piena che spesso fatica a trovare i libri richiesti.

Certo non gli rende le cose facili Nicky, la sua commessa, che trovo sia il personaggio più divertente di tutto il romanzo.

Seguiremo Shaun nelle sue giornate in libreria, dove è alle prese con clienti affezionati (pochi) e clienti che entrano per i più svariati motivi tranne che per comprare libri, e quando lo fanno chiedono sconti talmente alti che se li regalasse sarebbe meglio (tanti).


Shaun è un commerciante di libri usati, e come tale si li vende, ma prima di tutto li deve anche acquistare e per farlo spesso viene chiamato a vuotare case e librerie, quando non sono le persone stesse a portargli scatoloni di libri convinti che valgano una fortuna quando invece sono estremamente malridotti.

Assieme a Nicky a " rallegrare " le sue giornate ci sono il gatto Captain e la fidanzata Anna, che fa la spola tra la cittadina e Londra dove lavora.

Trovo che sia carino il fatto di raccontare eventi reali, più o meno accaduti realmente ed al massimo un po' romanzati, e trovo anche carino che l'autore voglia spiegare come si svolge in realtà il suo lavoro, ma ammetto che mi ero aspettata di meglio.

Nonostante sia i personaggi sia le ambientazioni siano descritte bene, ho trovato questo libro molto noioso, sembrava di leggere un'agenda di annotazioni sempre tutte uguali tranne alcuni momenti dove magari capitava un fatto interessante o divertente, ma nella maggior parte del tempo mi sono trovata, mio malgrado, a sbadigliare durante la lettura. Probabilmente mi sarebbe capitato anche se avessi passato una giornata in negozio.

Alla fine del libro l'autore spiega che fine hanno fatto i vari personaggi che sono comparsi durante la narrazione, e di questo non vi svelo nulla.

Sinceramente, nonostante imperterrita sono arrivata alla fine del libro perché anche se noioso non meritava di essere abbandonato, non mi sento di consigliarvelo, o al massimo, se volete dargli una possibilità, magari cercatelo usato ( tanto per rimanere in tema ) .

Come sempre auguro a tutti voi una buona lettura ed io vi do appuntamento alla prossima recensione librosa.