martedì 10 ottobre 2017

Idra Novey " La Donna che Sparì con un Libro " - Recensione Libro

IDRA NOVEY

LA DONNA CHE SPARI' CON UN LIBRO

 
 
 
 
 
Dati Generali Libro :

<a target="_blank" href="https://www.amazon.it/gp/product/B01N3CZATU/ref=as_li_tl?ie=UTF8&camp=3414&creative=21718&creativeASIN=B01N3CZATU&linkCode=as2&tag=matutteame-21&linkId=332304588a6fd77d620c98ad53c30ed7">La donna che sparì con un libro</a><img src="//ir-it.amazon-adsystem.com/e/ir?t=matutteame-21&l=am2&o=29&a=B01N3CZATU" width="1" height="1" border="0" alt="" style="border:none !important; margin:0px !important;" />
 

Genere : Narrativa Moderna
Listino : € 17,60
Ebook : € 9,99
Editore : Garzanti
Data uscita : 16/03/2017
Pagine : 320
EAN : 9788811688495







 
 
 
 
 
 
 
Descrizione :
 
È l'ora di pranzo in un piccolo parco di Copacabana. Una donna rotondetta con i capelli grigi si ferma sotto un mandorlo. In mano ha una valigia e in bocca un sigaro. Sale su un ramo dell'albero e lentamente si inerpica fino in cima. Questa è l'ultima volta che Beatriz Yagoda, famosa scrittrice brasiliana, è stata vista. Emma Neufeld, la sua traduttrice americana, resta allibita a questa notizia: la scena della scomparsa ricorda troppo da vicino uno dei primi racconti dell'autrice. Beatriz non può essere semplicemente sparita: Emma prende il primo aereo per Rio, decisa a cercarla. Ma decifrare gli indizi che la scrittrice ha disseminato nei suoi libri si rivela più pericoloso del previsto. Perché anche un pericoloso aguzzino sta cercando Beatriz per un debito di gioco. E trovarla potrebbe anche significare ucciderla...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
MIA RECENSIONE :
 
 
Molto Carino !
 
Siamo in Brasile, una donna viene vista salire su di un albero con un sigaro in bocca, e da lì non si sono più avute sue tracce.
 
La donna in questione è Beatriz Yagoda, di professione scrittrice, e proprio come il protagonista di un suo libro, è sparita nel nulla dopo essere salita su di un albero.
 
La persona che più si interessa alla sua scomparsa è Emma, che ha tradotto tutti i suoi libri e che ha instaurato con la scrittrice un rapporto stretto. Emma sale sul primo volo lasciando indietro fidanzato e carriera, con il solo scopo di ritrovare la "sua" scrittrice.
 
Arrivata in Brasile Emma trova una realtà che nessuno immaginava, Beatriz ha accumulato dei debiti di gioco e si è rivolta ad uno strozzino, che ora rivuole i suoi soldi o farà del male ai famigliari della scrittrice.
 
Emma cerca di capire dove può essersi nascosta Beatriz, ma sa bene che se la donna non vuole farsi trovare sarà ben difficile rintracciarla.
 
Nella ricerca si aggiungono i figli della donna, Raquel, che fin da subito si mostra molto restia a condividere i problemi della sua famiglia con l'estranea traduttrice, e Marcus, che invece si mostra molto vicino ad Emma, tanto da farle dimenticare di avere un fidanzato a casa.
 
Il Brasile non perdona, della polizia non ci si può fidare e così e tre decidono di cercare da soli Beatriz, seguendo le tracce lasciate e cercando indizi dai suoi libri, aiutati anche dal proprietario della casa editrice dove sono stati pubblicati i libri, che sembra essere venuto in contatto con la donna.
 
Tutti inseguono qualcuno, Emma, Raquel e Marcus cercano Beatriz, lo strozzino è sulle tracce dei tre perché rivuole i suoi soldi, ed il fidanzato di Emma cerca di mettersi in contatto con la donna senza successo.
 
Ma di Beatriz non ci sono tracce, e per l'editoria questo non è affatto un male perché non si parla d'altro ed i suoi libri stanno anche andando in ristampa. Chi non aveva ancora letto nulla dell'autrice ora non può fare a meno di comprare i libri, ed ovunque ci si volti si trovano persone immerse nella lettura... ma Beatriz non ha fatto tutto questo per popolarità.
 
Lo strozzino arriva a trovare i figli di Beatriz, ed è categorico. O rientra dei suoi soldi oppure inizia a farli a pezzi ad iniziare da Marcus. Raquel ed Emma non possono fare altro che cercare di raccogliere i soldi per salvare il ragazzo, e per fortuna in loro aiuto viene l'editore, non senza secondi fini ovviamente perché le donne sembrano essere in possesso dell'ultimo manoscritto non ancora completato di Beatriz, e questo si che vale davvero tanto.
 
E' più complesso raccontare il libro piuttosto che leggerlo ve lo assicuro, perché tutte le scene ed i passaggi sono narrati in modo molto preciso e dettagliato che sarà impossibile perdersi, ad ogni pagina verrete risucchiati nel vortice degli eventi sulle tracce di Beatriz Yagoda ed arriverete alla fine del libro senza nemmeno accorgervene.

Mi raccomando però munitevi di cappello e crema solare, perché il sole del Brasile non perdona.
 
Come sempre auguro a tutti voi una buona lettura, ed io vi do appuntamento alla prossima recensione librosa.