martedì 17 ottobre 2017

Daniel Sanchez Arévalo " L' Isola di Alice " - Recensione Libro

DANIEL SANCHEZ AREVALO

L' ISOLA DI ALICE



 
 
 
 

Dati Generali Libro :
<a target="_blank" href="https://www.amazon.it/gp/product/B01NBKNBP7/ref=as_li_tl?ie=UTF8&camp=3414&creative=21718&creativeASIN=B01NBKNBP7&linkCode=as2&tag=matutteame-21&linkId=2c4fa4949c32f09578c6919fc06d9816">L'isola di Alice</a><img src="//ir-it.amazon-adsystem.com/e/ir?t=matutteame-21&l=am2&o=29&a=B01NBKNBP7" width="1" height="1" border="0" alt="" style="border:none !important; margin:0px !important;" />


Genere : Thriller e Gialli
Listino : € 16,90
Ebook : € 9,99
Editore : Nord
Data uscita : 09/02/2017
Pagine : 400
EAN : 9788842928904





 
 
 
 
 
 
 
 
 
Descrizione :
 
 
 
Alice era convinta di avere una vita perfetta: una bella casa, un marito amorevole, una magnifica bambina e un'altra in arrivo. Ma la sua vita perfetta è andata in frantumi nel momento in cui Chris, suo marito, è morto in un incidente d'auto, avvenuto non sul solito tragitto tra casa e lavoro, bensì su una strada che porta verso Robin Island, un'isoletta vicino a Nantucket. Alice è distrutta. Eppure, più che dal dolore, è divorata dai dubbi: perché Chris non voleva farle sapere dove stava andando? Cos'altro le teneva nascosto? Possibile che il loro matrimonio fosse una menzogna? Alice ha bisogno di risposte e sa di poterle trovare solo su Robin Island. Quindi abbandona tutto, si trasferisce sull'isola e comincia a indagare. È facile parlare e fare amicizia con gli abitanti dell'isola, il luogo è magnifico, tutto sembra avvolto da un alone di serenità. Ma bastano pochi giorni perché Alice si renda conto di non essere l'unica ad avere dei segreti. Qualcosa di terribile si cela sotto la superficie di quella comunità apparentemente perfetta.
 
 
 
 
 
MIA RECENSIONE :
 
 
 
 
Prolisso ma Emozionante
 
 
Prima di spiegarvi perché ho trovato questo libro a tratti "prolisso" , cioè troppo lento nel fare accadere gli avvenimenti, troppo minuzioso nei dettagli e troppo... troppo, vi racconto la trama. 
 
Alice è la protagonista del romanzo, ed ha appena ricevuto la notizia che il marito ha avuto un incidente stradale, che ne ha causato la morte. Solo che l'incidente non è avvenuto sulla via di ritorno da Yale, dove il marito Chris diceva di essere, ma da tutt'altra parte.
 
Alice ha una figlia, Olivia, ed un'altra in arrivo.
 
Dal momento della morte di Chris Alice ha un solo obbiettivo, capire dove si trovava il marito prima dell'incidente, e per farlo percorre a ritroso tutte le strade possibili e segue il percorso inverso, cercando in tutte le registrazioni e le telecamere stradali tracce del passaggio della macchina del marito.
 
Questa ricerca estenuante la conduce al punto X, l'isola di Robin Island, e proprio li Alice decide di andare, se non fosse che appena mette piede sull'isola partorisce la figlia che aspettava, Ruby.
 
Da quel momento diventa " la rossa che ha messo piede sull'isola e ha partorito ".
 
Ma questo è solo un dettaglio, perché Alice ha seguito le tracce del marito fino all'isola e vuole andare avanti, per cui si trasferisce li con le figlie.

Ora è sull'isola, e capisce subito che è una comunità stretta e riservata dove tutti si conoscono, ma Alice deve capire cosa faceva li il marito, senza mettere in allarme i residenti.
 
Decide allora di osservare, osservare in tutto e per tutto gli abitanti per arrivare a conoscerli uno per uno, e per farlo si fa aiutare da Antonio, il proprietario di un negozio di articoli per lo spionaggio, che sarà il suo fornitore ufficiale di telecamere e circuiti per lo spionaggio, che installerà in ogni singola casa degli abitanti dell'Isola.
 
Alice inizia a seguire le tracce di tutti, ma sembra un vicolo cieco, ma lei continua a osservare, sia con le microcamere sia di persona, perché intanto avrà instaurato rapporti più o meno stretti con i vari abitanti. Più altri incontri con procioni, cani e pony, ma questo è un altro dettaglio.
 
Ho trovato che questa parte del racconto sia stata troppo dettagliata, è vero che in questo modo non si è perso un solo momento durante le indagini di Alice, ma l'autore ha descritto così minuziosamente i dettagli ed i momenti da risultare in vari casi anche noioso e ripetitivo.

Ma forse è proprio questo il suo scopo, perché in fondo le indagini sono noiose, l'importante è non arrendersi come ho fatto io con la lettura, trovando alla fine un finale a dire poco emozionante.
 
Ho tralasciato nella descrizione del romanzo tanti personaggi e dettagli che invece meritano tutta l'attenzione, come i rapporti di Alice con gli abitanti sull'isola, le ossessioni maniacali per i numeri della figlia Olivia, e non per ultimo il desiderio della figlia di avere un Pony, che ripeterà di continuo, ma che forse è proprio il punto di svolta delle indagini.
 
Cosa ci faceva Chris sull'isola lo scoprirete solo leggendo il libro, dove il finale non è affatto scontato, ed anzi ho trovato negli ultimi capitoli un'emozione tale da spingermi alcune volte alle lacrime. Se un libro riesce a suscitarmi tutto questo, nel bene e nel male, allora non posso fare altro che consigliarvelo.
 
Come sempre auguro a tutti voi una buona lettura, ed io vi do appuntamento alla prossima recensione librosa.