martedì 25 luglio 2017

Luca Bianchini " Io che Amo solo Te " - Recensione Libro

LUCA BIANCHINI

IO CHE AMO SOLO TE



 
 

Dati Generali Libro :
<a target="_blank" href="https://www.amazon.it/gp/product/B00COCCOJ2/ref=as_li_tl?ie=UTF8&camp=3414&creative=21718&creativeASIN=B00COCCOJ2&linkCode=as2&tag=matutteame-21&linkId=5501d463608308443d4f38e6cf2941b0">Io che amo solo te (Scrittori italiani e stranieri)</a><img src="//ir-it.amazon-adsystem.com/e/ir?t=matutteame-21&l=am2&o=29&a=B00COCCOJ2" width="1" height="1" border="0" alt="" style="border:none !important; margin:0px !important;" />
 
 
Genere : Narrativa Moderna
Listino : € 16,00
Ebook : € 7,99
Editore : Mondadori
Data uscita : 30/04/2013
Pagine : 250
EAN : 9788804630463


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Descrizione :
 
Ninella ha 50 anni ed è la sarta più bella di Polignano, uno dei paesi più amati in Puglia. È una donna affascinante e dura, che ha un conto aperto con il passato e con il suo paese: molti anni prima non aveva potuto sposare Mimi Scagliusi - il re delle patate - perché suo fratello era stato arrestato per contrabbando e la famiglia di lui aveva fatto interrompere il fidanzamento. Ninella sposa così un salentino che non ama, fa due figlie, resta vedova e si chiude in casa a cucire. Ma il destino, dopo vent'anni, le offre una rivincita: Chiara, la sua primogenita, s'innamora proprio del figlio di don Mimi, Damiano, e i due decidono di sposarsi. Il matrimonio di Chiara e Damiano diventa così un matrimonio per interposta persona, perché la tensione (e l'attrazione) più grande è tra i loro genitori. Il tutto sotto gli occhi vigili della suocera, dei figli e del paese. In una tre giorni impregnata di preparativi, parenti, cibo e bomboniere, si svolgerà un matrimonio da favola, tra piccoli drammi, colpi di scena e un grande amore. Nella girandola dei protagonisti, spiccano la sorella della sposa, Nancy (Annunziata all'anagrafe), diciassettenne che deve perdere 5 chili e la verginità, e il fratello gay dello sposo, Orlando, che si presenta alle nozze con una "finta fidanzata" per salvare le apparenze.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
MIA RECENSIONE :
 
Ti resta impresso.
 
Prima di tutto devo dire grazie a mia mamma che mi ha fatto conoscere i libri di Luca Bianchini, e soprattutto che mi ha fornito i libri cartacei da potere leggere.  
A metà di questo libro ho scoperto che c'era anche un seguito, quindi urge fin da ora una nuova incursione nella libreria materna :)  
Ho adorato questa storia, devo dire che mi piace Bianchini perché ha un modo di scrivere che definirei " Terra Terra " ma in senso buono, perché le persone sembrano vere, possiamo essere noi o dei nostri conoscenti, e le vicende sono davvero realistiche, tanto che immedesimarsi sarà facilissimo.  
Questo libro nella sua semplicità ti resta impresso, infatti mi sono trovata spesso durante la giornata mentre facevo altro a pensare a cosa potrebbero fare i vari personaggi.  
Veniamo alla storia, ambientata in un piccolo paesino pugliese, Polignano.
Chiara e Damiano stanno per sposarsi, mancano pochi giorni e sono nel pieno dei preparativi, e già questo sarebbe un grande evento, ma c'è tutta una storia intorno a loro.  
Per primi i genitori, perché la madre di Chiara, Ninella, da giovane era fidanzata con il padre di Damiano, Don Mimì, ma i due si sono dovuti separare perché Mimì ora soprannominato " Il Re delle Patate " per i suoi terreni di patate che ne hanno fatta la ricchezza, già di buona famiglia fin da giovane non poteva sposare Ninella dopo lo scandalo che aveva coinvolto la sua famiglia.  
Ma il destino è beffardo, e dopo anni i due, che mai si sono dimenticati, stanno per riavvicinarsi visto che i loro figli stanno per sposarsi.
Lo scacco decisivo lo darà il fratello di Ninella, l'autore dello scandalo, che dopo tanto tempo torna a casa e riesce a spiegarsi, e per la donna è il momento giusto per prendersi la sua rivincita sulla famiglia e sul destino.  
Ma  negli anni i due sono andati avanti, Ninella ha due figlie, Chiara che abbiamo già conosciuto perché è la futura sposa, e Nancy, che ha due obiettivi prima del matrimonio della sorella, perdere peso e perdere la verginità, e vi assicuro che i suoi tentativi sono davvero divertenti.  
Dall'altra parte abbiamo Don Mimì, che dopo essersi sposato con la "First Lady" ha avuto due figli, Damiano il  maggiore che sta per sposarsi, e poi Orlando che gli da un bel daffare.
Orlando è chiaramente omosessuale e tutti lo sanno o lo sospettano ma nessuno lo dice, e lui per salvare le apparenze in famiglia in un giorno così importante decide di accordarsi con la sua amica Daniela per presentarla come fidanzata di facciata e salvare le apparenze. Peccato che anche si capisce subito che i due non sono affiatati, e certo non aiuta a reggere loro il gioco il fatto che proprio al matrimonio tra gli invitati ci sia l'innominato, l'amante segreto di Orlando, che gli fa perdere la testa e la ragione.
Ci sono davvero tutti gli ingredienti per un matrimonio assai stressante, ma di certo non monotono, e tra paesani che chiacchierano e parenti che incedono, Ninella avrà il suo bel daffare per mantenere i nervi saldi e fare si che il sogno del matrimonio perfetto che la figlia Chiara sogna possa trasformarsi in realtà.  
Ho adorato questo racconto, colorato, emozionante, realistico e con battute in dialetto che fanno sembrare i personaggi ancora più reali. 
Le ambientazioni sono descritte tanto bene che mi sembra di avere visitato Polignano, ovviamente nei giorni in cui soffia forte il Maestrale.  
Tutti i personaggi hanno un loro carattere e stile ben definito, ed anche quelli che sono solo menzionati oppure hanno ruoli secondari sono resi reali dal fatto che siano "inglesizzati", come farebbe un vero piccolo paesino, come la parrucchiera Lucia Coiffeur, il fotografo Vito Photographer e l'intrattenitore Giancarlo Showman.  
Ho apprezzato davvero tutto di questo libro, che consiglio a tutti voi, ed io ora non vedo l'ora di tuffarmi nella lettura del continuo di questo straordinario romanzo, sperando che sia all'altezza delle mie aspettative.  
Come sempre auguro a tutti voi una buona lettura, ed io vi do appuntamento alla prossima recensione librosa.