martedì 24 gennaio 2017

Melinda Miller " Amour a Paris " - Recensione Libro

MELINDA MILLER

AMOUR A PARIS

 
 
 

Dati Generali Libro :
<a rel="nofollow" href="https://www.amazon.it/gp/product/B01H07GP6I/ref=as_li_qf_sp_asin_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=23322&creativeASIN=B01H07GP6I&linkCode=as2&tag=matutteame-21">Amour à Paris</a><img src="http://ir-it.amazon-adsystem.com/e/ir?t=matutteame-21&l=as2&o=29&a=B01H07GP6I" width="1" height="1" border="0" alt="" style="border:none !important; margin:0px !important;" />

Genere : Letteratura internazionale
Listino : € 13,00
Ebook : € 3,99
Editore : Tre60
Data uscita : 07/07/2016
Pagine : 256
EAN : 9788867022779



 
 
 
 
Trama :
 
Eloisa si è da poco trasferita a Parigi per seguire l'uomo che ama, Edoardo, professore alla Sorbona, sposato e con figli. In attesa di un lavoro più adeguato al suo ruolo di ricercatrice, Elò ha accettato un posto in una delle pasticcerie più famose di Parigi, Colet, il "regno" dei macaron. Ma la vita dell'amante non è certo facile: a tirarla su di morale, per fortuna, ci pensano Louis, suo collega da Colet e Georgette, la vicina di casa. Yves è un giovane ex dj che, su una vecchia Peugeot, si guadagna da vivere come tassista, aiutato dal suo cane Chet, che ha un fiuto speciale per attirare clienti simpatici e affabili. Così, quando Eloisa sale sul taxi in lacrime, dopo un incontro con Edoardo, Cher la prende subito in simpatia, e anche Yves ne rimane profondamente colpito. Per quale motivo una ragazza dallo sguardo così dolce sembra così infelice? L'istinto di Chet, Yves lo sente, non sbaglia. E Yves farà di tutto per ritrovare quella ragazza misteriosa ...
 
 
 
 
 
 
MIA RECENSIONE :
 
 
Preparatevi perché questo è l'ultimo libro della trilogia dei viaggi dell'amore che la coppia di autori conosciuta come Melinda Miller ha scritto.
 
Mi auguro davvero che intraprendano una nuova avventura narrativa perché il loro stile mi piace molto.
 
Veniamo al libro, questa volta siamo a Parigi, la città dell'amore.
 
La protagonista femminile è Eloisa, italiana trasferita in Francia per amore di un uomo sposato che le ritaglia solo alcuni momenti del suo tempo.
 
Eloisa lavora in una pasticceria insieme ad uno dei suoi migliori amici, Luis, un ragazzo alto quasi due metri ma dal cuore d'oro, perdutamente innamorato del suo compagno Palmer che si è appena trasferito in Francia.
 
La coppia Luis - Palmer è colorata e sopra le righe, soprattutto Palmer, ma saranno proprio loro a trasformarsi nei cupido per la loro amica Eloisa.
 
Poi c'è il personaggio maschile, Yves, un tassista deejay jazzista particolare quanto dolce.

Yves di giorno fa il taxista per mantenere lui e la sorella, ma la sua vera passione sono la musica ed il Jazz.

Yves è sempre accompagnato da Chet, un cagnolino che ha fiuto per le persone buone, ed in base alla sua reazione Yves sa cosa riserveranno le persone che carica sul suo taxi.

Almeno fino a quando non carica una Eloisa in lacrime, perché da quel momento il suo pensiero sarà salo per ritrovare la ragazza in lacrime e farle tornare il sorriso.
 
Sullo sfondo della Parigi degli innamorati troveremo situazioni e luoghi che ricordano gli attentanti, perché è giusto divertirsi nella lettura, ma gli accenni alla realtà rendono ancora più fedele la ricostruzione della storia, tanto da immergersi completamente.
 
Tutta la narrazione è suddivisa in paragrafi scritti come sempre dal punto di vista di lui e di lei, ma senza mai accavallarsi o risultare ripetitivi o noiosi. Non è semplice scrivere da due punti di vista differenti ma questi autori ci riescono sempre alla perfezione e rendono le loro storie scorrevoli e complete.
 
Deliziosi gli aneddoti dove è inserito il piccolo Chet, che è uno dei personaggi principali della storia non dimentichiamocelo, ed anche se è un piccolo cagnolino la sua presenza sarà grande e dolcissima.
 
Sarà impossibile non rimanere attratti dalla Parigi descritta, immedesimarsi con i personaggi e volere assaggiare quei fantastici macaron del negozio dove lavora Eloisa.
 
Mi auguro davvero che i due autori riprendano a scrivere, perché di letture leggere, appassionanti e carine, divertenti e sentimentali, che ti fanno viaggiare ma che ti lasciano qualcosa alla fine del libro, fino ad ora ne ho trovate poche e sarebbe un peccato che smettessero.
 
Come sempre vi auguro una buona lettura, ed io vi do appuntamento alla prossima recensione librosa.