martedì 20 ottobre 2015

Thomas Montasser " La Libreria di Zia Charlotte " - Recensione Libro

THOMAS MONTASSER

LA LIBRERIA DI ZIA CHARLOTTE



Dati Generali Libro :

Listino : € 15,00
Editore : Neri Pozza
Data uscita : 07/05/2015
Pagine : 192



Trama :
Valerie è fresca di laurea in economia e commercio e non vede l'ora di tuffarsi nel mondo del lavoro per cominciare una carriera, preferibilmente in campo finanziario. Quando un giorno la avvertono che sua zia Charlotte è scomparsa e tocca a lei occuparsi della sua piccola libreria, la ragazza ha già un piano in mente: fare ordine in quel caos, vendere l'attività e tornare alla propria vita il prima possibile. Valerie, però, sottovaluta il potere dei libri e la magia di quel piccolo negozio in cui il tempo sembra essersi fermato. Giorno dopo giorno, dopo tanti anni di studio e carichi di stress, allenta le tensioni, sente crescere dentro di sé il piacere di stendersi sul divano con una tazza di tè e un libro sconosciuto e, quando tra le mani le capita un volume misterioso che non porta il nome dell'autore e le cui ultime pagine sono bianche, capisce che davanti non ha una copia difettosa, ma la più grande avventura della sua vita. Accompagnata da un cliente che dice di essere sulle tracce di quel libro da molto tempo, Valerie intraprende un viaggio appassionante che, attraverso prove spiazzanti e oscure tribolazioni, la porterà a rivedere le sue idee su quel negozietto di libri, e sulla sua intera esistenza.
Mia Recensione :
Sono stata incuriosita alla lettura di questo libro prima di tutto perché si parla di una libreria, la mia grande passione, e poi per la critica positiva.

Devo dire che non sono rimasta molto entusiasta dalla lettura .... la narrazione é abbastanza lenta, con pochi colpi di scena ed in alcuni punti l'ho trovata alquanto noiosa.Il finale poi mi ha lasciato con una sensazione di amaro, come e l'opera fosse incompiuta..... ma in fondo é proprio questa la morale del racconto.
Ma veniamo alla trama.

Valerie é una giovane laureata in e economia aziendale con tanti progetti per il suo futuro, se non fosse che sua zia Charlotte scompare da un giorno all'altro senza avvisare nessuno e lasciando solo un biglietto dove indica che sarà Valerie ad occuparsi di tutto in sua assenza.
Valerie si troverà quindi suo malgrado a cercare di gestire una libreria d'altri tempi dove i clienti sono quasi nulli e dove i libri venditi non sono i classici romanzi famosi, ma libri che hanno ogni uno una sua storia ed una sua particolarità.
Valerie faticherà non poco a cercare di fare rimanere a galla la libreria, ma ci saranno i libri a tenerle compagnia, libri che scoprirà d'amare e di potere trarre tanta conoscenza da loro.
Grazie a loro scoprirà che esistono tanti mondi dove é possibile viaggiare grazie alla lettura, e saranno proprio i libri a farle capire che il libro della sua vita dovrà essere lei stessa a scriverlo, in base alle sue scelte ed alle strade che deciderà di percorrere.
A farle compagnia ci sarà una simpatica topolina e due personaggi di passaggio che l'accompagneranno in parte della sua avventura come libraia, un ragazzino di dieci anni che le aprirà lo sguardo verso il mondo dei libri ed un muratore persiano che le insegnerà a viaggiare con la lettura.
Di punto in bianco Zia Charlotte torna .... ma il viaggio che ha intrapreso Valerie é solo all' inizio.

Per concludere, devo dire che effettivamente questo libro apre davvero la mente ed invoglia a viaggiare, e come ogni appassionato della lettura sa, i libri hanno il magico potere di trasportarti dove si desidera se letti con la giusta passione.

Ma, malgrado questo, sento come se al racconto manca qualcosa, credo che l'autore poteva dare di più, oppure sono io che non sono riuscita a trovarlo.
Concludo dicendo che questo racconto fa davvero pensare, é carina come lettura, ma purtroppo con queste pagine non sono riuscita a viaggiare.
Attendo le vostre opinioni in merito se vi cimenterete in questa lettura, e io vi do appuntamento alla prossima recensione, augurandovi come sempre una Buona Lettura.

1 commento:

  1. Non l'ho letto, nonostante ne riconosca l'indubbia qualità non mi trovo molto in sintonia con le pubblicazioni della Neri Pozza. Ovviamente aspetto il libro per me!

    RispondiElimina

Lasciami un Commento . Grazie !