lunedì 3 novembre 2014

Alina Bronsky " Outcast " - Recensione Libro

ALINA BRONSKY 
OUTCAST 



Dati Generali Libro :

Genere : Fantasy
Listino : € 16,40
Editore : Corbaccio
Data uscita : 24/04/2014
Pagine : 288
EAN : 9788863805284


Trama :
Quando Juli rientra da scuola trova la polizia e la casa sottosopra. Sua madre Laura è scomparsa. Sconvolta, si rende conto che nessuno, nemmeno suo padre, da cui Laura è separata, si stupisce e si preoccupa che possa essere accaduto qualcosa di terribile. Con l'aiuto di una nuova amica, una ragazza un po' strana e piena di inspiegabili risorse, Juli si lancia nell'avventurosa ricerca di sua madre. Scoprirà una realtà inaspettata, che da sempre le era stata nascosta: Laura è un'artista e i suoi quadri, che Juli pensava fossero rimasti solo entro le mura dell'atelier casalingo, sono in realtà molto apprezzati e custodiscono al loro interno un incredibile segreto. Ma non basta: Laura non è considerata una donna come tutte le altre e quelle come lei, che hanno poteri speciali, nell'era della normalità assoluta sono temute e al tempo stesso disprezzate. Per Juli la verità apre improvvisamente nuovi orizzonti e il mondo nel quale era vissuta fino a quel momento, rigido e convenzionale, inizia a starle stretto. "Outcast" è la storia di una ragazza che si sta affacciando all'età adulta, della sua ricerca di identità e della sua ribellione a un mondo solo apparentemente perfetto. 





Mia Recensione :


Ammetto di avere deciso di leggere questo libro incuriosita dalla critica che ne parlava in modo positivo.

Devo dire che la storia è ben scritta e molto carina, ma... mi ha lasciato un poco perplessa.
La protagonista è Juli, una ragazza "normale" (attenzione alla parola normale perchè verrà ripetuta spesso nel libro) che un giorno torna a casa e scopre che la madre è sparita.
Il padre e la polizia non sembrano molto preoccupati per l'accaduto, e così Juli decide di indagare da sola.

Nella storia le persone vengono suddivise in "normali" e gli altri, come i Freak e le Fate. 
I nomali sono quelli che detengono in controllo di tutta la civiltà, quelli che si ritengono essere gli unici degli di vivere nel mondo moderno e secondo cui solo grazie a loro va avanti la civiltà. La famiglia di Juli fa parte dei "normali", ma forse non troppo.

Brevemente i Freak sono considerati la feccia della civiltà, al pari delle Fate, che non hanno nessun diritto sul mondo attuale.

Sinceramente, già da questa suddivisione avrei volentieri chiuso il libro, perchè già nella realtà ci sono troppe "distinzioni" tra noi esseri umani, e trovarne una versione così calcata anche in un libro mi dava un poco fastidio.

Comunque ho continuato la lettura per capire dove la critica trovava il libro così bello.
A scuola Juli incontra Ksu, una ragazza particolarissima che in teoria fa parte del mondo dei Freak, ma con una visione tutta sua del mondo, e ammetto che mi piace fin dal primo momento che leggo di lei.

Juli e Ksu violano tutte le regole della società e diventano grandi amiche, e Ksu risulta essere un'amica preziosa perchè è l'unica che aiuta Juli a cercare di capire che fine ha fatto sua madre.

Si scoprirà che la madre di Juli è una Fata, ecco perchè nessuno muove un dito per la sua scomparsa, per il mondo "normale" lei è nulla.

E visto che le figlie femmine delle fate hanno grandi possibilità di essere fate a loro volta, Juli capisce ben presto che le regole imposte le stanno strette e si ribella per riuscire a trovare la madre.

Non vi svelo altro, ma ci saranno vari colpi di scena che fanno arrivare alla fine del libro senza sbadigliare.

Ammetto che ancora oggi non ho capito dove la critica letteraria abbia trovato tutta questa bellezza nel racconto, comunque ammettiamo che si legge dai.

Da come finisce immagino che ci sia un seguito. A questo punto sono quasi curiosa di vedere cosa si inventerà la scrittrice per fare evolvere il racconto.

Diciamo che per concludere il racconto non è malvagio, ma consiglierei di non acquistarlo a prezzo pieno, ma di cercarlo nelle biblioteche, usato oppure in offerta.

Poi valuterete voi se acquistarlo oppure no.

Spero di esservi stata utile, e vi auguro Buona Lettura !