lunedì 4 luglio 2011

Tutto quello che c'è da sapere sui nuovi Sieri per il Viso

Li chiamano attivatori di giovinezza, elisir, booster.
Spesso, forse anche per i nomi non troppo chiari, non si sa esattamente cosa sono e come vanno usati.

I sieri sono formule con una concentrazione di principi attivi superiore a quello delle creme viso, da applicate prima del trattamento abituale per amplificarne l'effetto.

Di solito hanno una consistenze gelatinose, acquose, che vengono subito assorbite dalla pelle. Per questo quando poi si applica la crema viso non rimane la sensazione di unto sulla pelle.

Nel caso la pelle sia oleosa si può utizzare il siero anche da solo, un'idea che piace anche agli uomini, perché i sieri sono un concentrato di principi attivi ma con una consistenza leggera, ideali per dare alla pelle tutto quello di cui ha bisogno, soprattutto quando appare stanca, opaca e stressata.
Il siero non é però sufficiente per chi ha la pelle secca, ma lo dovrà utilizzare prima della normale crema viso, da cui troverà tutto il confort necessario alla pelle.

Fino a qualche anno fa i sieri erano soprattutto antirughe, e quindi indicati a partire dai quarant'anni.
Ora il mercato offre un siero adatto ad ogni necessità e caratteristica della pelle. Ci sono quelli idratanti, illuminanti, antiossidanti e vitaminici che possono essere utilizzati anche dalle più giovani.
Oppure ci sono quelli specifici per la cura della pelle, come gli antimacchia e gli anti-imperfezioni.

Sulla confezione dei sieri viene consigliato il doppio utilizzo, alla mattina e alla sera.
Tuttavia, se non si hanno esigenze specifiche, si può usare alla mattina un illuminante o effetto lifting, e lasciare per la sera quelli lenitivi, a base di vitamine, oppure quelli idratanti.
In questo modo si asseconda la pelle, che si ricarica e rigenera durante la notte, e vengono utilizzati al meglio secondo le esigenze personali tutti i sieri che il mercato offre.