martedì 7 novembre 2017

Nicolas Barreau " Il Caffè dei Piccoli Miracoli " - Recensione Libro

NICOLAS BARREAU

IL CAFFE' DEI PICCOLI MIRACOLI




Dati Generali Libro :


<a target="_blank" href="https://www.amazon.it/gp/product/B071P3K2KV/ref=as_li_tl?ie=UTF8&camp=3414&creative=21718&creativeASIN=B071P3K2KV&linkCode=as2&tag=matutteame-21&linkId=db1888572241c9f62a0cc0f34bfeeda3">Il caffè dei piccoli miracoli</a><img src="//ir-it.amazon-adsystem.com/e/ir?t=matutteame-21&l=am2&o=29&a=B071P3K2KV" width="1" height="1" border="0" alt="" style="border:none !important; margin:0px !important;" />
Genere : Narrativa moderna e contemporanea
Listino : € 15,00
Ebook : € 9,99
Editore : Feltrinelli
Data uscita : 14/09/2017
Pagine : 240
EAN : 9788807032561




 
 
 
 
 
 
Descrizione :
 
Eleonore Delacourt ha venticinque anni e ama la lentezza. Invece di correre, passeggia. Invece di agire d’impulso, riflette. Invece di dichiarare il suo amore al professore di filosofia alla Sorbonne, sogna. E non salirebbe mai e poi mai su un aereo, in nessuna circostanza. Timida e romantica, Nelly – come preferisce essere chiamata – adora i vecchi libri, crede nei presagi, piccoli messaggeri del destino, diffida degli uomini troppo belli e non è certo coraggiosa come l’adorata nonna bretone con cui è cresciuta, che le ha lasciato in eredità l’oggetto a lei più caro: un anello di granati con dentro una scritta in latino, “Omnia vincit amor”. Sicuramente, Nelly non è il tipo di persona che di punto in bianco ritira tutti i propri risparmi, compra una costosissima borsa rossa e, in una fredda mattina di gennaio, lascia Parigi in fretta e furia per saltare su un treno. Un treno diretto a Venezia. Ma a volte nella vita le cose, semplicemente, accadono. Cose come una brutta influenza e una delusione d’amore ancora più brutta. Cose come una frase enigmatica trovata dentro un vecchio libro della nonna, con accanto una certa citazione in latino... Un’incantevole storia d’amore che racconta perché può essere una fortuna far cadere la propria borsa nel Canal Grande, concedere un po’ di fiducia a un veneziano scandalosamente bello e accettare di sentirsi letteralmente mancare la terra sotto i piedi.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
MIA RECENSIONE :
 
 
 
 
Omnia Vincit Amor - L'amore vince su tutto
 
 
 
Se devo essere sincera mi aspettavo qualcosa di più da questo libro, ma comunque la storia è carina e si legge con piacere.
 
La protagonista è Nelly, specializzanda parigina con la fobia del volo, e nonostante sia segretamente innamorata del suo professore decide di non seguirlo ad un seminario proprio per non prendere l'aereo.

Peccato che quando torna il professore non è più lo stesso.
 
Dopo la delusione in amore Nelly decide di sistemare la casa dove vive, e magari anche la sua vita, ma ripulendo si imbatte nei ricordi dell'amata nonna scomparsa da alcuni anni, e sfogliando un libro che rimanda a Venezia trova la dedica "Omnia Vincit Amor " . Non è un caso che la stessa scritta è anche incisa sull'anello che proprio la nonna le ha regalato e da cui non si separa mai.
 
Nelly, per dimenticare le pene d'amore e soprattutto per capire la provenienza di quel libro decide di andare a Venezia.
 
Siamo in bassa stagione e quindi Venezia non ha molti turisti, e Nelly si perde tra le calle veneziane dove ritrova un po' di serenità, ma si scontra anche con Valentino, un ragazzo veneziano che da quando la incontra non si stacca più da lei, ma Nelly sa che i ragazzi belli sono pericolosi, e Valentino è molto bello, e nel suo cuore non c'è spazio per altre persone se non per essere suo amico.
 
Alcuni degli incontri tra i due sono molto divertenti, ma lascio a voi scoprirli leggendo il libro.
 
Passeggiando senza meta per Venezia Nelly si ritrova davanti ad un locale chiamato " Settimo Cielo ", che sembra fare riferimento proprio alla dedica sul libro della nonna, e con sorpresa scopre che il locale è gestito dal padre e dal nonno di Valentino.
 
Nelly crede molto nei segni rivelatori, e questo è davvero grande.

Sa che il locale è legato alla storia della nonna, ed anche lei, fin dalla prima volta che ci ha messo piede, ne è rimasta attratta.
 
Il nonno di Valentino ai suoi tempi era conosciuto per i suoi giri in mongolfiera, passione che ha tramandato anche al nipote, che decide, per conquistare Nelly, di rimettere in sesto la vecchia mongolfiera del nonno, senza sapere che Nelly ha il terrore di volare.

Più che una dichiarazione d'amore sembra che questa sorpresa sia destinata al disastro più totale.
 
Ho trovato davvero carino il modo di narrare le varie situazioni ed ambientazioni Veneziane, molto accurate e precise, ricche di particolari.

Anche la storia in sé si legge bene ed è facile seguire tutta la narrazione.
 
Come ho detto però mi aspettavo di più da questo libro, si legge bene ed è carino per passare un paio di ore, ma dalla trama mi sarei aspettata uno sviluppo diverso. Ecco perché a volte faccio a meno di leggere la trama.
 
Nel suo è un libro carino ed abbastanza divertente, dove c'è una morale abbastanza chiara, se si desidera qualcosa o qualcuno, non bisogna mai rinunciare a lottare per averlo, per non avere rimpianti.
 
Consiglio il libro a chi desidera una lettura leggera e carina per passare un paio di ore tra le calle Veneziane, ma attenzione all'acqua altra!
 
Auguro a tutti voi una buona lettura, ed io vi do appuntamento alla prossima recensione librosa.