martedì 31 gennaio 2017

Livia Ottomani " Il Condominio degli Amori Segreti " - Recensione Libro

LIVIA OTTOMANI

IL CONDOMINIO DEGLI
AMORI SEGRETI


 
 
Dati Generali Libro :
<a rel="nofollow" href="https://www.amazon.it/gp/product/B01I60UN4I/ref=as_li_qf_sp_asin_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=23322&creativeASIN=B01I60UN4I&linkCode=as2&tag=matutteame-21">Il condominio degli amori segreti (eNewton Narrativa)</a><img src="http://ir-it.amazon-adsystem.com/e/ir?t=matutteame-21&l=as2&o=29&a=B01I60UN4I" width="1" height="1" border="0" alt="" style="border:none !important; margin:0px !important;" />

Genere : Letteratura rosa
Listino : € 9,90
Ebook : € 0,99
Editore : Newton Compton
Data uscita : 01/09/2016
Pagine : 288
EAN : 9788854194755




 
 
 
 
Trama :
 
 
I condomini sono riuniti al completo, quando una mattina nel loro palazzo alla Garbatella, storico quartiere di Roma, arriva l'affascinante Daniele Bracci, un musicista che si trasferirà lì per qualche mese. Daniele è frastornato dall'accoglienza più che calorosa: Matteo Spina, il saggio, lo recluta subito per lavorare nell'orto condominiale. Paolo e Rudy, che vivono nell'attico, lo invitano a un pranzo di benvenuto. Giovanna invece pensa a quando lo farà conoscere a sua figlia Anita: li vede già insieme. Ma Giovanna non sa che Anita sta da quasi due anni con Mizuki, un giapponese che ha conosciuto facendo la guida turistica. La mattina dopo, mentre Anita sta uscendo, Matteo la ferma per presentarle il nuovo arrivato. Uno shock: perché lei, quel Daniele Bracci, lo conosce bene, e dai tempi del liceo. È stato il suo primo amore. E adesso? Dovrà fingere di non averlo mai visto prima? Certo, Anita non è l'unica, nel condominio, ad avere qualcosa da nascondere. Giovanna, ogni lunedì, esce vestita di tutto punto. E con una scusa sempre buona per chi le chiede dove va. E Matteo Spina? Nemmeno lui la racconta giusta. Almeno non a Pina, la pettegola del palazzo, che dietro alle persiane spia quello che accade, per poi annotare tutto sul suo diario segreto...
 
 
 
 
 
MIA RECENSIONE :
 
 
 
Ho scelto questo libro perché sono stata attratta dalla copertina, non sapevo nulla dell'autore, anche se le informazioni erano facilmente reperibili.
 
Immaginate la mia sorpresa quando, alla fine del libro, ho scoperto che Livia Ottomani in realtà è uno pseudonimo di otto autori differenti che si sono incontrati ad un corso di scrittura ed hanno deciso di scrivere insieme un libro.

Direi che l'esperimento è perfettamente riuscito, perché se non lo avessi letto nelle ultime pagine alla presentazione dei vari autori, non avrei mai saputo che era scritto da più autori, dalla narrazione e dallo stile di scrittura non traspariva nulla.
 
Veniamo alla storia, che è carina e leggera, e chi abita oppure ha abitato in un condominio saprà che le cose non sono affatto molto diverse da come vengono narrate. Ci sono personaggi che in ogni condominio, anche in quelli più affiatati, si trovano puntualmente.
 
La protagonista è Anita, la figlia della portinaia, una ragazza spigliata che ama Roma, la sua città, e di lavoro fa la giuda turistica.
 
Abita con la madre Giovanna perché non la vuole lasciare sola, anche se sente il bisogno della sua indipendenza e vorrebbe vivere in serenità la sua storia d'amore con Mizuki, un uomo giapponese un poco più grande di lei.

Ma Anita sa che è meglio tenere nascosto questo amore, soprattutto alla madre ed al condominio, dove nessuno si fa i fatti suoi.
 
In uno degli appartamenti per un breve periodo viene ad abitare un amico di un inquilino, e sebbene sembra subito un bravo ragazzo e viene accolto con gioia dal condominio, Anita sa che di lui non ci si può fidare.
 
Daniele, questo il nome del ragazzo, infatti è stato il primo amore di Anita, di quelli che bruciano ancora.
 
Anche Daniele non resta impassibile ad avere rincontrato Anita, e tra i due sembra che qualcosa stia di nuovo nascendo, complice anche il fatto che è un brutto periodo per Anita e Mizuki.

Ma Daniele si dimostra per quello che è, anche se Anita ci mette un poco a capirlo.

Forse prima di lei ci sono arrivati gli altri condomini, soprattutto la signora Pina, che dalla finestra del suo appartamento sta sempre a spiare ed a trovare intrighi.

Ma i condomini non sono poi tanto male, c'è Matteo, che si definisce tuttologo, ed è molto legato ad Anita e soprattutto alla madre, la coppia Paolo e Rudy che sono carinissimi, e poi la signora Pina, con il marito Carlo e la piccola Francesca.
 
Tutti loro sono accumunati da una passione, l'orto del condominio, che curano con amore e dedizione.
 
Ma torniamo ad Anita, perché dopo essersi chiarita con Daniele dopo tanti anni, forse è il caso che sistemi anche la sua vita e cambi le sue amicizie, non sempre costruttive. E poi deve sistemare le cose con Mizuki, che ama alla follia, ma qui iniziano i fraintendimenti e forse è troppo tardi per riallacciare il rapporto con lui.
 
Di sicuro è un libro carino e divertente, dove passeremo dal condominio alle vie di Roma dove Anita fa la guida turistica, oppure sfrecceremo con lei sul suo fidato motorino Isotta.
 
Sarà facile immedesimarsi in alcuni dei personaggi, e rivedere nei nostri vicini alcuni di questi, e magari da domani li vedremo con occhi diversi.
 
Questo gruppetto di otto autori ha saputo rendere la narrazione leggera e frizzante, piacevole e leggera, e trovo che il loro corso di scrittura abbia dato buoni frutti, ed il loro esperimento di scrivere insieme sia completamente riuscito. Mi auguro che trovino altri spunti da raccontare tutti insieme.
 
Io come sempre auguro a tutti voi una buona lettura, e vi do appuntamento alla prossima recensione librosa.