martedì 17 gennaio 2017

Helen Fielding " Bridget Jones's Baby - I Diari " - Recensione Libro

HELEN FIELDING

BRIDGET JONES'S BABY
I DIARI


 
 
 
Dati Generali Libro :
<a rel="nofollow" href="https://www.amazon.it/gp/product/B01LYKKK1O/ref=as_li_qf_sp_asin_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=23322&creativeASIN=B01LYKKK1O&linkCode=as2&tag=matutteame-21">Bridget Jones's Baby. I diari</a><img src="http://ir-it.amazon-adsystem.com/e/ir?t=matutteame-21&l=as2&o=29&a=B01LYKKK1O" width="1" height="1" border="0" alt="" style="border:none !important; margin:0px !important;" />

Genere : Letteratura rosa
Listino : € 18,00
Ebook : € 9,99
Editore : Rizzoli
Data uscita : 13/10/2016
Pagine : 237
EAN : 9788817091855








 
 
 
 
Trama :
 
Bridget Jones ha una nuova vita che adora: è produttore esecutivo di un programma televisivo, ha finalmente un'ottima linea, e possiede persino un'auto con tanto di navigatore. È veramente soddisfatta, se non che ... è più single che mai, attorniata da amiche che sfornano un bambino dopo l'altro e che le ricordano l'inesorabile ticchettio dell'orologio biologico. Per il momento si limita a fare la madrina, ed è proprio all'ennesimo battesimo che rivede, dopo cinque anni dalla rottura del loro fidanzamento, Mark Darcy. Uno sguardo, poche parole, e i due si ritrovano a letto insieme. Nella vita di Bridget Jones, però, niente è mai così semplice: dopo qualche giorno rivede anche l'incorreggibile rubacuori Daniel Cleaver, che la trascina in una notte di passione. Passano i mesi e Bridget non riesce più a entrare nei suoi jeans preferiti ... Gli amici la convincono a fare un test di gravidanza, che ovviamente è positivo. Chi sarà quindi il padre? II rigido Mark o Daniel il cialtrone-che-però-potrebbe-cambiare? Basterebbe molto meno per riaccendere la loro rivalità, ma fra i due litiganti Bridget se la gode: perché è felice, molto felice, di aspettare un bambino. In fondo, il papà è un dettaglio! Anche alla soglia dei quarant'anni Bridget Jones resta l'esilarante, caotica, imbranata ragazza che si nasconde in ciascuna di noi, e che - per citare Mark Darcy - ci piace così com'è.
 
 
 
 
MIA RECENSIONE :
 
 
Che delusione Bridget Jones !
 
Chi ha amato la goffaggine della protagonista non credo che potrà apprezzare questo libro.
 
Forse sono io ad essere cresciuta, oppure mi aspettavo di più, ma mi chiedo che senso ha puntare tutta la narrazione sulla domanda " Chi è il padre? " quando nel libro precedente, Un Amore di Ragazzo, si sapeva benissimo chi era.
 
Sicuramente il libro è stato scritto più che altro per dare una spalla al film che è uscito al cinema, che tra parentesi io non sono e non andrò a vedere, aspetto che lo diano per televisione.
 
La storia è carina e leggera, anzi leggerissima.
 
In poche parole Bridget Jones, che tutti abbiamo conosciuto per i suoi pasticci tragicomici, è vicino ai quaranta, ha una carriera e una macchina con navigatore, come nel libro continua a ripetersi, ha molti amici ma... non ha un fidanzato e l'orologio biologico ticchetta.
 
All'ennesimo battesimo cui fa da madrina incontra dopo anni Mark Darcy, che si è separato e tra i due scocca nuovamente la scintilla mai spenta.

Certo che la mattina dopo lui si scusa dicendo che è stato un errore e se ne va, non ci fa proprio una bella figura.
 
La nostra Bridget, delusa da questo suo comportamento, per caso incontra anche Daniel Cleaver, anche lui separato, e caso vuole che finisca a letto anche con lui.
 
Passano tre mesi e ... OPS, Bridget si accorge di essere rimasta incinta, solo che le date sono talmente vicine che non ha proprio idea chi sia il padre.
 
Lo dice a tutti e due, e tutti e due prima le stanno vicina e poi cercano di tirarsi indietro credendo che stia meglio con l'altro, e così la nostra Bridget rimane sola a fare crescere nella pancia un piccolo essere, nutrito per lo più di patate al formaggio.
 
Ora, se uno ha letto il libro precedente sa benissimo chi è il padre e come andranno le cose, quindi mi chiedo perché tutta la narrazione si centra sulla fatidica domanda Chi è il padre, se sappiamo tutti chi è.

Credo che sarebbe stato molto più carino se la protagonista, visti i suoi precedenti tragicomici, avesse cercato di tenere nascosta la presunta paternità di uno e dell'altro, che ne so, andare a fare gli esami due volte, una per presunto padre, e comprare il corredino prima con uno poi con l'altro.... me lo ero immaginata così.
 
Questo non toglie che la lettura è carina e leggera, sicuramente divertente, ma la comicità dei primi libri di Bridget Jones, quelli dove ridevo durante la lettura, non quello non l'ho proprio ritrovata.
 
Visto che sappiamo come andrà a finire, mi sento di consigliare umilmente all'autrice di lasciare perdere Bridget Jones perché farla ricomparire nuovamente sarebbe come ritirare fuori una storia trita e ritrita.

Di certo io non sono tra quelle che andranno a vedere il film, ma sono curiosa di sapere il vostro giudizio se l'avete visto.
 
Io auguro a tutti voi una buona lettura, consigliandovi però di non acquistare il libro a prezzo pieno, e vi do appuntamento alla prossima recensione librosa.